Flop Juve, dilaga il Milan

I bianconeri perdono a Bari giocando male. Bene i rossoneri che travolgono il Lecce. Pari tra Fiorentina e Napoli con un gol fantasma dei partenopei

ROMA. Stecca la prima la nuova Juve, sorride invece il Milan brasiliano: due gol di Pato nel 4-0 al  Lecce, assist a valanga di un Ronaldinho ringiovanito, sotto gli  occhi di Berlusconi e del neorossonero Ibrahimovic. In attesa del posticipo Bologna-Inter, la prima giornata dice che il cantiere bianconero è ancora aperto e lascia intendere che la vera antagonista dei Campioni d'Italia sono i cugini del  Milan, viste anche le difficoltà iniziali della Roma fermata  ieri (0-0) da un Cesena senza paure. O meglio direbbe, visto che é ancora calcio d'agosto e le indicazioni della prima vanno prese con le pinze. Difficile farlo capire ai tifosi della Juve, però. Il nuovo corso degli Agnelli, da Del Neri giù giù, fino a Quagliarella arrivo dell'ultima ora, produce un ko alla prima che non capitava da 28 anni. Vince il Bari di Ventura, 1-0 con  un eurogol di Donati, e non basta la verve della squadra  rivelazione dello scorso anno a calmare le prime preoccupazioni  in casa bianconera. Ingenuità e mancanza di velocità: ecco le  cause individuate da Del Neri, che aspetta il rientro di Amauri  e Iaquinta, la disponibilità di Aquilani, ed entro martedì un  ultimo rinforzo in difesa.      
E' arrivato invece quello del Milan, e promette sfracelli:  Ibrahimovic, sbarcato a Linate nel pomeriggio, voleva già  scendere in campo al Meazza contro il Lecce. Si è dovuto  limitare a far passerella nell'intervallo, promettendo ai pochi  spettatori presenti che quest'anno "si vincerà tutto". Se il  samba di Ronaldinho e Pato (autore dell'unica doppietta) è  veritiero, la 'smargiassata' di Ibrahimovic rischia di  intimorire seriamente Benitez e tutti gli interisti. Lo dice il  4-0 a un Lecce spaurito. In evidenza a Firenze Cavani (suo il gol più veloce) e  D'Agostino, che firmano l'1-1 di Fiorentina-Napoli. Pari anche  il conto delle espulsioni, Vargas per i viola e Blasi per gli  azzurri, e sono le prime del campionato. Cassano su rigore invece sblocca la Samp in casa con la Lazio, il 2-0 finale è di  Guberti. Vincono in casa il Parma (2-0 sul Brescia) e il Chievo  (2-1 al Catania), pari senza reti tra Palermo e Cagliari. Lì in testa c'é anche il Genoa, unico a vincere in trasferta ieri. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati