Rapine in trasferta, arrestato un palermitano a Ventimiglia

VENTIMIGLIA. Un pregiudicato palermitano, Gioacchino Marino, di 27 anni, è stato arrestato dai carabinieri, in quanto ritenuto colpevole delle rapine messe a segno, il 26 e 27 luglio scorsi, alle filiali Carige di Camporosso e Banca Popolare di Novara a Ventimiglia.  militari del Nucleo operativo della Compagnia frontaliera - guidati dal maresciallo Francesco Nuzzo e al comando del sottotenente Guido Quatrale - hanno ottenuto una misura cautelare, firmata dal gip del tribunale di Sanremo, eseguita dai militari di Ventimiglia, con la polizia penitenziaria del capoluogo siciliano. Marino, che è accusato di rapina e sequestro di persona, è già stato associato al carcere dell'Ucciardone a Palermo. Il primo colpo, alla Banca Carige di Camporosso, è stato messo a segno il 26 luglio, alle 13.10 circa. Il bandito, dopo aver sequestrato due dipendenti e averli legati nel bagno con delle fascette da elettricista, era era fuggito con 28 mila euro. Il giorno dopo, un altro colpo con le analoghe modalità, alla Banca Popolare di Novara: bottino 70 mila euro. Determinanti per la cattura sono stati i filmati delle telecamere a circuito chiuso delle due banche, unitamente a quelle del sistema di videosorveglianza cittadino, a Ventimiglia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati