"Senza stipendi da maggio": operai in sciopero davanti al Civico di Palermo

Protestano i dipendenti della Lapis, azienda che provvede alla manutenzione degli impianti di condizionamento dell'ospedale. "Attesi i soldi dalla Regione". Chiesto l'intervento dell'assessore Russo

PALERMO. Non si sblocca la vertenza Lapis. Per oggi i sindacati hanno indetto un'altra giornata di sciopero di 8 ore. La protesta si svolge nel piazzale davanti alla direzione dell'Azienda ospedaliera Civico. I 55 lavoratori della Lapis, azienda che si occupa della manutenzione degli impianti di condizionamento nella struttura ospedaliera, da maggio si ritrovano senza stipendio, perché l'azienda, che a sua volta attende i soldi dall'Arnas, non li paga.
"Abbiamo chiesto la convocazione di un tavolo in prefettura - dichiara il rappresentante della Fiom-Cgil, Francesco Piastra -. Il 27 luglio con l'azienda era stato sottoscritto un accordo per versare un acconto per le ferie ai lavoratori. E l'impegno non è stato rispettato".
La Fiom ha già chiesto alla direzione dell'ospedale ed alla Siram d'intraprendere tutte le opportune iniziative per il rispetto del contratto di lavoro e per garantire l'accesso al salario dei lavoratori. Il sindacato ha chiesto anche l'intervento dell'assessore alla Sanità, Massimo Russo. "L'assessore faccia il proprio dovere. E' intollerabile - aggiunge Angelo Barbera, della Fiom - che un ente pubblico non abbia i soldi per pagare le imprese e che nella gestione di un appalto pubblico accadano tali inadempienze. Vogliamo il salario contemplato nel contratto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati