Palermo, sorvegliato speciale evade i domiciliari: arrestato

A finire in manette Girolamo Biondino, di 61 anni. E' considerato un personaggio di spicco del clan San Lorenzo e in collegamento con Giovanni Nicchi

PALERMO. E’ stato arrestato dalla polizia di Palermo un pregiudicato sottoposto al regime della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.
A finire in manette è stato Girolamo Biondino, 61 anni, indicato come personaggio di spicco della famiglia mafiosa di San Lorenzo e in collegamento con altri esponenti di vertice dell'organizzazione mafiosa, tra cui Antonino Rotolo, Antonino Cina' e Giovanni Nicchi.
A Biondino erano stati concessi gli arresti domiciliari. Il pregiudicato, obbligato a presentarsi presso il Commissariato San Lorenzo ogni lunedi', mercoledi' e venerdi', in un orario
compreso tra le 12 e le 14. Cosa che ieri non ha fatto ed e' stato anzi sorpreso intorno alle 16,30 presso un bar. Cosi' e' finito in manette.
Sempre ieri i poliziotti del Commissariato San Lorenzo hanno denunciato due pregiudicati palermitani, S.G. di 34 anni e C.C. di 27 anni, entrambi sottoposti alla misura della sorveglianza speciale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati