Bimba ferita nell'incendio in tenda: ha gravi ustioni

I medici: "Presto per una diagnosi". Le fiamme le hanno colpito il 30 per cento del corpo

MESSINA. "Stiamo sottoponendo la bambina ad idroterapia, le sue condizioni rimangono stazionarie ma gravi, ha ustioni su oltre il 30 per cento del corpo. Ancora non si può affermare che sia fuori pericolo, domani potremo dare una diagnosi più precisa". A dirlo sono i sanitari del Centro grandi ustioni di Catania dove è ricoverata Laura Peci, 3 anni che insieme al padre Antonio Peci un imbianchino di 30 anni, e la madre , una casalinga Tiziana Campione 26 anni, è rimasta ustionata durante un incendio in tenda ieri notte sulla spiaggia di Roccalumera (Messina).
La famiglia  originaria di Paternò ma residente a Catania si trovava all'interno di una tenda canadese sulla battigia per festeggiare il ferragosto. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri l'incendio sarebbe divampato per una fiammata dal lume a gas che era all'interno della tenda. Sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, la polizia municipale che hanno domato l'incendio.
Il padre e la madre della bimba sono ricoverati al Policlinico di Messina ma le loro condizioni per i medici del nosocomio peloritano non sono gravi. Hanno infatti ustioni lievi soprattutto agli arti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati