Marsala, disagi al pronto soccorso: attese interminabili

Proteste per il servizio al "Paolo Borsellino". Organico ridotto all'osso, anche sei ore prima di entrare. Solo tre medici in servizio. Il direttore sanitario: "Soluzione in due mesi"

MARSALA. Ad un anno di distanza ufficiale del nuovo ospedale "Paolo Borsellino", il ponto soccorso continua ad essere il vero "tallone d'achille" del presidio ospedaliero. Il personale medico, paramedico ed ausiliario che tra turni stressanti e in un clima spesso anche di intimidazioni e minacce, si prodiga per offrire il meglio del servizio nell'area di emergenza. Ma i guai spesso sono legati alle lunghe, estenuanti attese. E la causa è appunto il numero, davvero esiguo, del personale medico, che è così costretto a fare salti mortali, sopratutto quando si sovrappongono i codici rossi. Ulteriori approfondimenti nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi 14 agosto 2010. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati