Lettera con proiettile per il figlio di Massimo Ciancimino

La missiva indirizzata al piccolo Vito Andrea, di cinque anni. Il padre, che doveva essere ascoltato oggi dai magistrati, ha definito una "vigliaccata" la vicenda

PALERMO. Una lettera con un proiettile di kalashnikov e minacce nei confronti del figlio di Massimo Ciancimino, Vito Andrea di cinque anni, è stata recapitata questa mattina nell'abitazione palermitana della famiglia Ciancimino. Nella missiva si legge: "Le colpe dei padri infami e traditori ricadranno sui figli. Lei e i suoi complici siete stati avvisati da troppo tempo. Lei e i suoi amici magistrati sarete la causa di tutto".
Massimo Ciancimino, che ha definito la vicenda una "vigliaccata", ha annunciato che non risponderà più alle domande dei magistrati e che intende ritirare dal commercio il suo libro "Don Vito".
Questa mattina il figlio dell'ex sindaco di Palermo, Vito, doveva essere ascoltato dai magistrati della Procura di Palermo che stanno indagando sulla cosiddetta "trattativa" tra Cosa nostra e lo Stato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati