Agrigento, nuova giunta provinciale tra critiche e dimissioni

Il presidente Eugenio D'Orsi ha proclamato il suo esecutivo. Cani ha criticato la scelta di assegnare al suo partito un solo posto e Cantone dovrebbe lasciare domani

AGRIGENTO. Il presidente della provincia regionale di Agrigento, Eugenio D'Orsi, ha proclamato la nuova giunta. Riconfermati gli assessori Stefano Castellino, Mariano Ragusa, Gaetano Cani e Settimio Cantone. I neo assessori invece sono Antonio Limblici, Mpa area Granata, di Favara, Domenico Lombardo, Pdl Alfano, di Licata, l'agrigentino Domenico Contino, Pdl Alfano e Luca Salvato, ex An.

Ma la nuova giunta di centrodestra, guidata da Eugenio D'Orsi (Mpa) nasce all'insegna delle polemiche e del caos politico. Un assessore dell'Udc, Gaetano Cani, dopo avere prestato giuramento e dopo essersi consultato con i vertici del partito, ha lasciato il palazzo della Provincia, criticando la scelta di D'Orsi di assegnare al suo partito un solo posto in giunta. Un altro assessore, Settimio Cantone, dovrebbe dimettersi domani. Il suo caso è un vero 'giallo': Cantone, già vicino alle posizione del ministro Alfano, sarebbe stato nominato da D'Orsi in quota Udc, ma il partito di Casini ha comunicato di non averlo designato. L'assessore, disconosciuto sia dall'Udc sia dal Pdl, dovrebbe così dimettersi domani. In attesa dei prossimi sviluppi questa la nuova giunta presentata questa mattina dal Presidente D'Orsi, della quale fanno parte l'Mpa, il Pdl ufficiale e il Pdl Sicilia. Sono stati riconfermati gli assessori Stefano Castellino, Mariano Ragusa, Gaetano Cani e Settimio Cantone. I neo assessori invece sono Antonio Limblici, Domenico Lombardo, Domenico Contino, Luca Salvato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati