Una casa a Montecarlo riaccende lo scontro tra Fini e Feltri

Si tratta di un appartamento valutato tre milioni di euro in cui abita il fratello della compagna del politico. A denunciarlo è stato "Il Giornale"

ROMA. Una casa a Montecarlo agita le giornate di Gianfranco Fini dopo la rottura con Silvio Berlusconi. Infuriano, infatti le polemiche giornalistiche, innescate da una campagna di stampa de «Il Giornale».
Oggetto dello scontro un appartamento di un centinaio di metri quadrati valutato tre milioni di euro in cui abita Giancarlo Tulliani, fratello di Elisabetta, attuale compagna del presidente della Camera.
La casa nel Principato faceva parte del patrimonio di Alleanza Nazionale che, insieme ad altri beni, l'aveva ricevuta in eredità da Anna Maria Colleoni, discendente del famoso capitano di ventura, scomparsa il 12 giugno 1999. Per espressa volontà della nobildonna il patrimonio doveva essere gestito da Gianfranco Fini in quanto presidente del partito. Così accade fino al 2008 quando il prestigioso appartamento venne venduto. «Una autentica svendita», tuona Vittorio Feltri - sulle colonne de Il Giornale.
Oggi l'appartamento è abitato da Giancarlo Tulliani, «cognato» di Fini. Una situazione che, secondo gli accusatori, crea non pochi imbarazzi, anche perché, per la compravendita, sarebbero stati usati secondo «Il Giornale» paradisi fiscali.
Una situazione che offre a Ignazio La Russa l'opportunità per lanciare un altro siluro al capo del suo ex partito. Il ministro della Difesa, infatti, ricorda, in un’intervista pubblicata ieri mattina da «La stampa», che pur essendo all’epoca coordinatore del partito non sapeva nulla di quella vendita «che venne effettuata dagli amministratori del partito alle strette dipendenze di Fini».
Ieri, intanto, gli avvocati di Elisabetta Tulliani hanno ricevuto il mandato di querelare «Libero» ed il «Giornale», anche in riferimento a un articolo sulle carte di Luciano Gaucci, l’ex patron del Perugia calcio, contro l'ex fidanzata, attuale compagna del presidente della Camera, dal titolo: «Così è diventata ricca lady Fini».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati