Spiagge, troppo poco pulirle tre volte la settimana

Ieri il direttore della Gesip, una delle tante galassie dell’universo che fa capo al Comune di Palermo, gongolava: i suoi uomini, dopo mesi di attesa e rimpalli di competenze, hanno finalmente ripulito la spiaggia di Vergine Maria, insieme con quelli di Amia. E così faranno tre volte alla settimana. Lo ha annunciato ai microfoni di Ditelo a Rgs senza nascondere orgoglio e fierezza. Solo tre volte alla settimana? Ad agosto? In una delle spiagge libere più frequentate del litorale palermitano? Siamo sicuri che ci sia da andarne fieri?


Noi crediamo piuttosto che l’occasione torni utile per rifare ancora una volta i conti: oltre duemila dipendenti Amia che salgono a tremila se aggiungiamo quelli della collegata Essemme; 1.500 in quota Gesip; tremila ex Pip rimasti praticamente senza far nulla dopo la transumanza dal Comune alla Regione. Totale settemila e oltre. Tutti utilizzati per grandi linee per servizi di pulizia (siano essi di strade, marciapiedi, uffici o scuole). E oltre settemila vi sembrano pochi? A noi sembrano tanti, tantissimi. Evidentemente non li si vuole utilizzare al meglio, visto che ci rifiutiamo di credere che sia impossibile. Al punto che pulire ad agosto tre volte alla settimana una spiaggia è perfino considerato un capolavoro di efficienza...

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati