Odissea sul treno da Palermo ad Agrigento

Disavventura per un gruppo di pendolari, arrivati a destinazione con oltre 5 ore di ritardo. Trenitalia si scusa: "Tutta colpa di un guasto a un locomotore"

AGRIGENTO. Odissea per un gruppo di viaggiatori che da Palermo hanno raggiunto Agrigento in treno. Il mezzo partito alle 20,13 non è arrivato due ore dopo, come previsto, ma alle 3,40. Una vera e propria odissea, a partire dalla tarda serata di venerdì, per un gruppo di venti agrigentini rimasti imprigionati per ore ed ore sul treno numero 39406. Il convoglio 30 metri dopo la stazione ferroviaria di Bagheria si è fermato ed è rimasto senza luci e aria condizionata. Subito le proteste, così come si legge sul Giornale di Sicilia oggi in edicola (25 luglio, edizione di Agrigento). Dal compartimento trasporto regionale di Trenitalia scusandosi per l’accaduto, spiegano che “un locomotore, purtroppo, si può anche guastare. Due i problemi che hanno fatto lievitare l’attesa: l’arrivo del locomotore che doveva trainare il treno e il percorso impervio dell’autobus sostitutivo”.
 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati