Arsenale sequestrato a Catania: "In uso ai clan"

Il materiale è stato trovato in una falegnameria di un 45enne incensurato, che è stato arrestato. Rinvenuti anche circa 300 grammi di cocaina

CATANIA. Un incensurato di 45 anni, G. C., é stato arrestato da carabinieri della compagnia Piazza Dante di Catania per detenzione di armi clandestine e da guerra e per  spaccio di sostanza stupefacente.  In una falegnameria in suo uso nello storico rione San Cristoforo, militari dell'Arma hanno trovato una mitraglietta "Uzi", un fucile a canne mozze e uno da caccia, nove pistole, un silenziatore, una spada modello Katana, circa 500 cartucce di vario calibro e quattro coltelli. Tutte le armi sono state rinvenute, con matricola alterata, in perfette condizioni, cariche e pronte all'uso.    

Durante l'operazione sono stati inoltre sequestrati 300 grammi di cocaina purissima, pronta per essere tagliata, confezionata e spacciata.   Il numero delle armi, la loro perfetta efficienza, e il fatto che fossero nascoste in un borsone e pronte all'uso fanno ipotizzare agli investigatori che fossero in uso a  clan mafiosi della zona. La Procura della Repubblica ha disposto esami balistici per verificare se siano state utilizzate per compiere delitti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati