Truffavano finanziarie, 6 condanne a Canicattì

CANICATTÌ. Si è concluso con la condanna di tutti gli imputati il processo celebrato davanti ai giudici della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Agrigento per una serie di truffe a finanziarie.
Un anno e sei mesi di reclusione sono stati inflitti a Vincenzo Pirrello, 50 anni di Sommatino, ai fratelli Giuseppe e Diego Guarneri, 36 e 41 anni, tutti ritenuti le menti dell'organizzazione dedita alle truffe. Condanne più miti, anche perché non è stato provato il vincolo associativo, per gli altri tre imputati. Un anno e quattro mesi sono stati inflitti ad Eleonora Raitano, 41 anni moglie di Diego Guarneri, a Carmela Genova, 39 anni di Sommatino, e a Pietro Ruggeri, 46 anni.
Le truffe che fruttarono diverse centinaia di migliaia di euro furono scoperte nel 2007 e nel febbraio 2008 si arrivò agli arresti. I soggetti coinvolti con false documentazioni fiscali e contabili ma anche con documenti di identità contraffatti raggiravano ignare finanziarie di cui Guarneri, Ruggeri e Pirrello erano referenti in zona. Vincenzo Pirrello di recente é stato coinvolto in un'analoga serie di truffe sempre nella zona tra Agrigento e Caltanissetta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati