Truffa in Germania, arrestato un mazarese

Nel mirino dei carabinieri Gaspare Pipitone, di 38 anni. Con un altro complice avrebbe gestito un ristorante a Francoforte senza pagare i fornitori

MAZARA DEL VALLO. In esecuzione di un mandato di cattura europeo, i carabinieri hanno arrestato un mazarese di 38 anni, Gaspare Pipitone, al quale il  provvedimento restrittivo, emesso dall'autorità giudiziaria  tedesca dopo una condanna a 5 anni per truffa e appropriazione  indebita, è stato notificato nel carcere di Trapani, dove  l'uomo si trovava già rinchiuso per abusi sessuali su una minorenne. La truffa e l'appropriazione indebita sono state compiute con  un altro mazarese, il 41enne Pietro Marino, arrestato mercoledì  scorso. Secondo l'autorità giudiziaria tedesca, i 2 mazaresi  avrebbero commesso i reati loro contestati nel periodo compreso  tra settembre 2008 e gennaio 2009, a Eschemburg, cittadina a  nord di Francoforte. Pipitone e Marino presero in gestione un ristorante-pizzeria rimasto aperto solo per pochi mesi durante i quali i due stipularono vari contratti con diversi fornitori di merci e servizi per la ristorazione del luogo ai quali non avrebbero però corrisposto tutti i pagamenti pattuiti per le forniture ricevute, per un danno complessivo di 50 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati