'Ndrangheta e videopoker, sequestro di beni

REGGIO CALABRIA. Beni per un valore di 330 milioni di euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza a un noto imprenditore di Reggio Calabria, Gioacchino Campolo, conosciuto come il "re dei videopoker", e legato, secondo gli investigatori, a vari esponenti della 'ndrangheta reggina. Tra i beni sequestrati figurano 260 unità immobiliari. Il provvedimento è stato disposto dal presidente dal Tribunale di Reggio Calabria - Sezione misure di prevenzione, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati