Glik traccia la sua rotta: da Palermo a Polonia 2012

Il difensore polacco si presenta sicuro delle proprie possibilità ai suoi nuovi tifosi. "Voglio lavorare tanto per conquistare un posto in squadra"

PALERMO. Walter Sabatini lo ha voluto fortemente, e rivede in lui la scommessa che due anni fa vinse Foschi portando a Palermo Simon Kjaer, che proprio due giorni fa ha lasciato il club rosanero. Stiamo parlando di Kamil Glik,presentato stamattina al Tenente Onorato di Boccadifalco,che aspira a non far rimpiangere proprio l’ormai ex Kjaer. Proprio col danese il nuovo difensore del Palermo ha un cosa in comune. Un periodo di prova col Real Madrid. «A Madrid non ha funzionato, perché non mi hanno fatto entrare in prima squadra. Per questo ho deciso di tornare nella Serie A polacca, perché per me è fondamentale arrivare all’Europeo del 2012 in Polonia e Ucraina e spero di approdare in Nazionale col Palermo». Per farlo, Glik dovrà battere la concorrenza e lo scetticismo. Ma in fin dei conti era lo stesso scetticismo che avvolgeva Kjaer. «Voglio lavorare tanto per guadagnare un posto in squadra, ma so anche che mi aspetta grande concorrenza». Per il difensore polacco, sponsorizzato da un grande del passato del calcio polacco, Boniek, forza e gioco fisico sono le sue qualità migliori. Milito, invece, è il miglior attaccante in Italia, secondo Glik, che smentisce una dichiarazione circolata in questi giorni, secondo la quale il polacco lascerebbe il Palermo per andare in prestito a Bari a gennaio, se non dovesse trovare molto spazio nella prima fase della stagione. «Non ho proprio detto questo. Comunque, in questo momento, penso solo al Palermo».    

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati