Corruzione, pg chiede conferma della condanna per ex sindaco di Capaci

A Sebastiano Napoli in primo grado erano stati inflitti 2 anni per aver ricevuto dei buoni benzina in cambio di un via libera per la realizzazione di un distributore di carburante

PALERMO.  La procura generale ha chiesto alla seconda sezione della Corte d'appello di Palermo la conferma della condanna inflitta in primo grado all'ex sindaco di Capaci (Palermo) Sebastiano Napoli, a cui sarebbero stati regalati da un imprenditore dei buoni benzina per ottenere il via libera alla realizzazione di un distributore di carburante nel paese. Napoli era stato condannato a 2 anni pena sospesa.     
Uno "sconto" di due mesi è stato invece sollecitato per l'imprenditore titolare di impianti di distribuzione di carburanti Cosimo Giuliano, condannato dal tribunale a 2 anni e 6 mesi. Il pg ha chiesto invece la condanna a due anni per truffa per i funzionari del Comune di Palermo Ignazio Lo Iacono e Giuseppe Orantelli. Richiesta la conferma anche per Daniela Blandi, collaboratrice di Giuliano, a cui erano stati inflitti  1 anno e 4 mesi.      
La sentenza sarà emessa il 18 ottobre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati