Palermo, sfiducia al sindaco: "Miccichè ci appoggia"

Lo dice il capogruppo del Pdl Sicilia Manfredi Agnello, che conferma la spinta del sottosegretario. Milazzo (Pdl): "Ad essere spaccata è l'opposizione". Ferrandelli (Idv): "Oggi un giorno decisivo"

PALERMO. "Noi siamo per il bene della Città e per questo abbiamo deciso di appoggiare la mozione di sfiducia a questo sindaco che sta facendo solo dei danni". Lo dice il capogruppo del Pdl Sicilia Manfredi Agnello.  "Ho sentito il sottosegretario Micciché - continua - e mi ha detto esplicitamente di andare avanti con la sfiducia. Cammarata infatti ci sta continuamente provocando e noi lo aiutiamo ad andare via". In difesa del sindaco arriva invece il consigliere del Pdl Giuseppe Milazzo, che dice:  "Ho chiesto il prelievo della mozione di sfiducia al sindaco Cammarata per dimostrare che il centrosinistra non ha i numeri e ha strumentalizzato per mesi la mozione come un semplice atto propagandistico. Oggi il centrodestra dimostrerà che ad essere spaccata è proprio l'opposizione. Come ha detto Monsignor Romeo, - aggiunge - Palermo è una città in ginocchio ma non per colpa del centrodestra ma del centrosnistra totalmente in balia di un unico consigliere, Davide Faraone, che manipola con l'obiettivo di diventare il futuro sindaco di Palermo".  Per Milazzo "oggi il centrosinistra sarà sconfitto e così potremo finalmente riprendere e votare definitivamente il bilancio". Osserva  Fabrizio Ferrandelli, capogruppo Idv "Oggi è un giorno di verità per la città di Palermo. Finalmente vengono fuori i nomi di coloro che mettono la propria faccia accanto a quella di Cammarata. Proprio in queste ore,con famiglie di senzatetto accampate sotto il palazzo, c'é chi ha avuto il coraggio di rinnovare la fiducia ad un sindaco nocivo come la peste".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati