Regione, 50 milioni per la cassa integrazione in deroga

Soddisfatto l'assessore Leanza. "E' un aiuto economico per operai, impiegati e quadri che non hanno più accesso alle misure ordinare di sostegno al reddito"

PALERMO. Sono stati sbloccati 50 milioni per il pagamento della cassa integrazione in deroga, dopo il via libera dal ministero del Lavoro e dall'Inps nazionale. Il risultato è stato raggiunto nel corso dell'incontro tra l'assessore regionale del Lavoro, Lino Leanza, con Francesco Verbaro, segretario generale del ministero del Lavoro e con il direttore dell'Inps in Sicilia, Maria Sandra Petrotta.  I fondi, che arrivano dal ministero, sulla scia del protocollo d'intesa firmato un mese fa con la Regione, serviranno a continuare ad erogare le risorse, almeno fino a giugno, in base agli accordi stipulati dall'inizio dell'anno. In ogni caso, secondo le intese, la Sicilia dovrebbe ricevere dal ministero ulteriori finanziamenti per pagare i contributi fino alla fine del 2010.   Soddisfatto l'assessore Leanza. "La cassa integrazione in deroga - dice - è un aiuto economico per operai, impiegati e quadri che non hanno più accesso alle misure ordinare di sostegno al reddito. In un momento di grave crisi occupazionale come quella in cui versa attualmente la Sicilia, questo sussidio é una boccata d'ossigeno che però non ci deve fermare".   Il dirigente generale del dipartimento regionale del Lavoro, Alessandra Russo, assicura inoltre "che come deliberato dalla Commissione regionale per l'impiego, i pagamenti terranno conto dell'ordine cronologico, a seconda della data di stipula dell'accordo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati