Palermo, poveri per il Fisco ma con 3 milioni sul conto

Denunciati due fratelli in parte sconosciuti al Fisco. Avevano finanziato una ditta di semilavorati metallici nella zona dei cantieri navali

PALERMO. Ufficialmente erano nullatenenti, o quasi, nella realtà avevano un conto bancario piuttosto ricco: qualcosa come 3 milioni e mezzo in cassa. Questa l’accusa nei confronti di due fratelli palermitani (G.E. di 27 anni e A.E. di 37) che avevano investito del denaro in una ditta nel settore dei semilavorati metallici nella zona dei cantieri navali.
I fratelli sono stati denunciati per evasione fiscale e nei loro confronti è scattato il “sequestro per equivalente”, ovvero proporzionato al debito che i due hanno nei confronti del Fisco.
Tutti i dettagli nelle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati