Mafia, ex sindacalista arrestato a Caltanissetta

In manette è finito Carmelo Chiarelli di 78 anni. Nonostante l'età e le cattive condizioni di salute, dovrà scontare sei anni per associazione a delinquere

CALTANISSETTA. L'ex insegnante e sindacalista, Carmelo Chiarelli di 78 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Caltanissetta. L'uomo, nonostante l'età e le cattive condizioni di salute, dovrà scontare sei anni per associazione a delinquere di stampo mafioso e rivelazione e utilizzazione di notizie coperte dal segreto d'ufficio. I reati che la Procura gli contesta sono stati commessi nel 2003.
Lo scorso 10 febbraio la prima sezione pensale della Suprema Corte d'appello di Caltanissetta ha confermato la condanna di Chiarelli a sei anni di reclusione. L'uomo e il figlio Massimo erano stati indagati per mafia nell'ambito dell'inchiesta "Itaca Bobcat" scattata nei confronti di presunti mafiosi emergenti del capoluogo nisseno.
Secondo l'accusa, Massimo Chiarelli, che lavorava nella cancelleria del Tribunale nisseno, aveva rivelato agli indagati che all'ufficio gip c'era un fascicolo a loro carico, al fine di tentare di favorirli, in particolare il cugino, Dario Salvatore Di Francesco. Massimo Chiarelli, per motivi di servizio, aveva una password che gli permetteva di accedere al registro degli indagati. L'uomo però venne scoperto e arrestato assieme al padre Carmelo, quest'ultimo accusato di aver sollecitato il figlio, mediante reiterate richieste, ad acquisire ulteriori informazioni sullo stato del procedimento che vedeva indagato il nipote. Per le sue precarie condizioni di salute, Carmelo Chiarelli sarà sconterà la pena in una struttura carceraria dove potrà fruire di cure mediche.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati