Caltanissetta, revocato sciopero dei netturbini

La decisione è stata presa dopo che il Comune, nel corso dell'incontro di questa mattina sull'emergenza rifiuti all'Ato Ambiente, ha reperito 300 mila euro che serviranno per il pagamento degli stipendi

CALTANISSETTA. E' stato revocato a Caltanissetta lo sciopero dei netturbini, che tuttavia mantengono lo stato d'agitazione permanente. La decisione è stata presa dopo che il Comune, nel corso dell'incontro di questa mattina sull'emergenza rifiuti all'Ato Ambiente, ha reperito 300 mila euro che serviranno per il pagamento degli stipendi. Le somme saranno versate entro 10 giorni nelle casse dell'Ato, mentre a fine mese saranno accreditate alla Nissambiente altri 200 mila euro. Le operazioni di svuotamento dei cassonetti riprenderanno a partire da domani mattina alle 3. "Un sentito ringraziamento va al presidente dell'Ato Cl1 Giuseppe Cimino e alla nostra azienda - hanno detto i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil - per  avere trovato una soluzione di mediazione in un difficile momento come quello che la città sta vivendo".  Intanto nei prossimi giorni verranno recapitati gli avvisi bonari di pagamento della Tarsu a tutti gli utenti. "Non ci sono stati aumenti - ha chiarito Cimino - Gli importi sono i medesimi degli anni precedenti e quindi facciamo appello ai cittadini che con responsabilità concorrano a sostenere economicamente un servizio di primaria importanza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati