Bufardeci: il Ddl sui consorzi di bonifica aiuta i precari

PALERMO. Il disegno di legge in materia di consorzi di bonifica offre diverse opportunità. Lo afferma l'assessore regionale alle risorse agricole Titti Bufardeci commentando la norma che riprede oggi pomeriggio l'esame in aula all'Ars.
"Questa legge deve essere valutata con due prospettive complementari - spiega Bufardeci - perché oltre a porre rimedio a un grave vulnus sul piano occupazionale, interviene direttamente sui costi di esercizio degli agricoltori, garantendo l'erogazione di quel bene inalienabile che è l'acqua".
Per l'assessore, infatti, il provvedimento "ha per obiettivo principale la soluzione dei problemi occupazionali dei lavoratori con contratto temporaneo dei consorzi di bonifica. Si tratta, quindi, di chiudere una delle tante pagine dello storico precariato siciliano". La norma evita l'effetto domino sulle campagne siciliane: "senza i lavoratori dei consorzi di bonifica, la cui mission specifica consiste nel garantire l'erogazione dell'acqua, costringeremmo i nostri agricoltori ad attivare altri fonti di approvvigionamento, con un gravissimo danno economico. Sarebbe una beffa inaccettabile per chi, come i nostri agricoltori, sta affrontando una crisi drammatica".
"Sono certo - conclude Bufardeci - che di fronte a un tema così delicato prevarrà ancora una volta il buonsenso che l'Ars ha sempre dimostrato quando si trattano argomenti per il bene reale della Sicilia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati