Prostituzione e droga, nove arresti ad Augusta

Operazione dei carabinieri. A capo della banda ci sarebbero stati Carmelo Coniglio, di 43 anni, e la moglie Lucia Bosco, di 37

AUGUSTA. Carabinieri della compagnia di Augusta hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Siracusa nei confronti di nove presunti appartenenti a una banda attiva nello sfruttamento della prostituzione e nel traffico di sostanze stupefacenti.    
L'operazione è stata denominata "Sotto tiro". Gli arrestati, accusati a vario titolo di sfruttamento della prostituzione e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, sono Carmelo Coniglio, di 43 anni, la moglie Lucia Bosco, di 37, il fratello Giuseppe, di 48, Adelfio Pulia, di 23, Paolo Randone, di 44, Vito Incardona, di 48, i fratelli Alfio e Giuseppe Mangiameli, rispettivamente di 27 e 23 anni, e Santo Ippolito, di 40. A Giuseppe Coniglio, Giuseppe Mangiameli e Santo Ippolito i provvedimenti restrittivi sono stati notificati in carcere. Due persone sono state ammesse agli arresti domiciliari.    
Oltre ad una attività di spaccio di droga, le indagini, cominciate nel 2007, hanno portato alla luce la vicenda di una giovane donna che sarebbe stata indotta a prostituirsi e sfruttata dai coniugi Carmelo Coniglio e Lucia Bosco anche attraverso la somministrazione di stupefacenti per creare dipendenza e necessità di prostituirsi. L'attività di spaccio di sostanze stupefacenti - cocaina ed eroina - sarebbe stata gestita da Giuseppe Coniglio. Gli incontri durante i quali veniva spacciata la droga - tutti filmati dai militari di Lentini - venivano fissati attraverso un linguaggio in codice nel quale si face riferimento a "caffé e aperitivi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati