Siracusa, romeno picchia e sequestra un cingalese

SIRACUSA. Una lite tra disperati che si contendevano un 'giaciglio' sulla strada: per questo motivo un romeno, fiancheggiato da un connazionale, avrebbo legato a un torchio e picchiato selvaggiamente un cingalese di 42 anni, che é riuscito a fuggire due ore dopo al suo aguzzino, che è stato poi fermato dalla polizia. E' avvenuto la notte scorsa a Siracusa, in un capannone abbandonato di contrada Calafatari. Al suo interno vi aveva trovato riparo il cingalese per trascorrevi la notte. Mentre dormiva è stato svegliato da due romeni che 'rivendicavano' l'utilizzo del riparo dove, hanno sostenuto, era solitamente utilizzato da loro in 'esclusiva'. Uno dei due, ubriaco, lo avrebbe aggredito e dopo averlo legato a un tornio lo avrebbe picchiato selvaggiamente, tenendolo prigioniero per quasi due ore. Il cingalese è riuscito a fuggire ed è stato ricoverato in ospedale con una prognosi di 30 giorni. Il romeno, A. C., è stato poco dopo fermato dalla polizia che cerca il suo complice.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati