Arsenale a Villa Malfitano, condanna confermata per Pizzuto

L'ex giardiniere è accusato di avere tenuto e custodito le armi della mafia in una grotta sotterranea della storica residenza di via Dante

PALERMO. La seconda sezione della Corte d'appello di Palermo ha confermato la condanna a 10 anni per Agostino Pizzuto, l'ex giardiniere di Villa Malfitano, imputato di avere tenuto e custodito un arsenale di mafia in una grotta sotterranea della storica villa di via Dante. Ridotta la condanna inflitta nel luglio scorso dal tribunale a Vincenzo Troia, capomafia di Pallavicino: aveva solo una pistola giocattolo modificata e dovrà scontare due anni e otto mesi, anziché tre anni e quattro mesi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati