Visentin e la sfida del teatro di Ortigia

Il sindaco di Siracusa: aver trovato le risorse per il suo completamento e aver espletato la gara d’appalto è un passo determinante per il futuro di questa città

Proseguiamo con il primo cittadino di Siracusa, Roberto Visentin, la serie “Cose da sindaco”. Un’intervista rilasciata al Giornale di Sicilia in cui il politico racconta la cosa migliore che ha fatto nel corso della sua carriera, la decisione presa di cui va maggiormente fiero e da cui ha avuto origine l’iniziativa più bella. La serie nel corso delle prossime settimane avrà come protagonisti anche gli altri sindaci dell’Isola. Quando tutte le testimonianze verranno raccolte, sulla home page del sito «www.gds.it» sarà possibile votare, tramite un sondaggio, e scegliere l’iniziativa da sindaco che più si è preferita tra quelle raccontate.


SIRACUSA. Da oltre cinquant’anni il teatro comunale di Siracusa ha chiuso i battenti rappresentando una ferita aperta per il centro storico di Ortigia, gli ambienti culturali e la città tutta. La città ”patria” del teatro classico che trova ogni anno la sua massima espressione al parco della Neapolis non è riuscita a riappropriarsi del teatro stabile di Ortigia. E riaprirlo è la grande sfida dell’amministrazione comunale, come spiega Roberto Visentin, nella doppia veste di ex assessore al Centro storico ieri e sindaco della città oggi.

Sindaco Visentin, lei ha raccolto la sfida per il completare il teatro comunale?
«La riconsegna alla città di Siracusa e a tutti i siracusani del teatro comunale rappresenta per la mia amministrazione una priorità. Dal mio insediamento avvenuto quasi due anni fa questa giunta è riuscita a sbloccare tantissimi provvedimenti e realizzare molte opere, ma ritengo che aver trovato le risorse necessarie al completamento del teatro comunale e aver espletato la gara di appalto rappresenti un passo determinante per il futuro di questa città sia in termini culturali che di sviluppo».

L’Urega ha provveduto all’espletamento della gara d’appalto per il completamento dei lavori. Un intervento aggiuntivo di cinque milioni di euro da realizzare nell’arco di 20 mesi. Ma si attende che i lavori abbiano inizio.
«C’è già l’impresa che dovrà realizzare l’opera e adesso si stanno definendo le ultime formalità. A breve tempo, è proprio una questione di giorni, si procederà alla consegna dei lavori».

Ad aggiudicarsi l’appalto da cinque milioni di euro è stato il Consorzio «Ciro Menotti» di Ravenna. Ma questo intervento non sarà comunque l’ultimo?
«I 20 mesi che occorreranno per completare questo intervento serviranno anche a questa amministrazione per reperire le somme necessarie per l’acquisto degli arredi. Insomma il lavoro non è ancora finito e l’attenzione sulla vicenda del teatro comunale resta altissima».

Sindaco, ma pensa di poter completare i lavori del teatro comunale prima della fine del suo mandato?
«Penso proprio di riuscirci e comunque lavoreremo per questo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati