Carini, guasto al depuratore: i liquami finiscono in mare

A segnalare l'inquinamento del litorale palermitano la guardia di finanza. Localizzata un'enorme chiazza scura in prossimità della foce del fiume Ciachea

PALERMO. La guardia di finanza segnala lo sversamento di liquidi inquinanti nella zona antistante il litorale di Carini a causa di un malfunzionamento dell'impianto di depurazione. Durante una missione di sorveglianza marittima, compiuta a bordo di un elicottero della sezione aerea della guardia di finanza di Palermo, i piloti hanno avvistato un'enorme chiazza scura localizzata in prossimità della foce del fiume Ciachea e hanno ricercato la causa risalendo la macchia fino all'origine, sino al vicino impianto di depurazione consortile Asi. I piloti hanno contattato la sala operativa che ha attivato la macchina dei controlli integrata di militari della sezione operativa navale e di agenti dell'Arpa, i quali hanno prelevato e campionato i liquidi sversati, eseguendo accurati rilievi. Le risultanze degli accertamenti hanno evidenziato gravi violazioni delle norme di legge a tutela dell'ambiente e del codice penale, con la segnalazione alla procura di 4 persone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati