Rifiuti, discarica in provincia di Messina per 12 comuni palermitani

Fino alla riapertura del sito di Partinico, chiuso ormai da 5 giorni, i 12 paesi dell'Ato rifiuti 1 depositeranno l'immondizia a Mazzarà Sant'Andrea, distante 230 chilometri

PARTINICO. I dodici comuni dell'Ato rifiuti Palermo 1 depositeranno la spazzatura nella discarica di Mazzarrà Sant'Andrea, in provincia di Messina. La decisione è stata presa ieri dai sindaci e dai vertici della società d'ambito durante l'incontro con l'assessore regionale all'Energia, Pier Carmelo Russo. La discarica di Partinico, ferma da cinque giorni, resterà infatti chiusa per almeno altri trenta giorni. Fino alla riapertura gli automezzi dell'Ato Palermo 1 dovranno percorrere ogni giorno 230 chilometri, una soluzione dispendiosa che permetterà però di rimuovere le centinaia di tonnellate di spazzatura che si sono accumulate nelle strade.  Nei prossimi giorni i vertici dell'Ato saranno convocati a un tavolo tecnico della Regione siciliana per pianificare l'utilizzo delle piattaforme idonee per lo smaltimento dei rifiuti differenziati. La Regione si è impegnata a rimborsare le spese extra che saranno affrontate dalla società d'ambito per depositare i rifiuti nella discarica del Messinese e metterà a disposizione tutte le strutture necessarie per la raccolta differenziata. I Comuni dovranno però raggiungere almeno il 15% di differenziata entro la fine dell'anno e il 65% entro il 2015, come previsto dalla nuova legge regionale. I comuni che non rispetteranno questa condizione saranno commissariati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati