Siciliano ferito in Afghanistan, folla di amici e parenti a Casteldaccia

Ufficiali dell'esercito sono nell'abitazione per parlare con i familiari che è fuori pericolo

Sicilia, Mondo

CASTELDACCIA. Uno degli italiani rimasti feriti nello scoppio di un ordigno in Afghanistan è di Casteldaccia, in provincia di Palermo. Si chiama Gianfranco Sciré e ha 28 anni. Lo conferma il sindaco Giovanni Di Giacinto. 
Sciré, 28 anni, è entrato nell'esercito nel 2001, quando aveva 19 anni. Di stanza a Torino, nel 32° reggimento Genio, il caporalmaggiore è stato protagonista di numerose missioni all'estero; quella attuale in Afghanistan, dove si trovava da un mese, è la terza consecutiva.
I familiari del sottufficiale (i genitori e due fratelli più piccoli) vivono a Casteldaccia: il padre lavora come ragioniere in una ditta, la madre è impiegata alle Poste.
Una piccola folla di amici e parenti si è radunata in via Raia, a Casteldaccia (Pa), dove abita la famiglia di Gianfranco Sciré.  Il padre di Sciré è ragioniere in una ditta mentre la madre é dipendente delle poste. Ufficiali dell'esercito sono nell'abitazione per parlare con i familiari del ferito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati