Trapani, scontro sul simbolo nel Pdl

In consiglio comunale sono tre i gruppi che fanno riferimento al partito di Silvio Berlusconi

TRAPANI. Lo scontro è tutto interno al centrodestra ed ai nove consiglieri del Pdl di Palazzo Cavarretta, divisi in tre gruppi, ognuno dei quali rivendica per se il nome ed simbolo del partito di Berlusconi. Il “caso” è scoppiato nel corso dell’ultima riunione del Consiglio comunale di Trapani, dove i toni si sono fatti davvero pesanti, tant’è che la seduta è stata sospesa più volte.
L’originario gruppo del Pdl si era sciolto nei giorni scorsi dopo le dimissioni di Juansito Tartamella e Domenico Tumbarello, in polemica con l’ex An Giuseppe Ruggirello per la sostituzione dell’assessore Mario Randazzo. A questo punto anche gli altri due gruppi di area berlusconiana, ovvero “Forza Italia” di Ninni Barbera e “Verso il Pdl” di Totò La Pica, hanno chiesto di cambiare nome, rivendicando il simbolo e la denominazione del Pdl.
Davanti alle due richieste, la presidente Katia Bucaria ha prospettato la soluzione di fare un gruppo con sei consiglieri, ovvero i tre di Forza Italia Ninni Barbera, Pietro Todaro e Vito Di Pasquale e quelli di “Verso il Pdl” Totò La Pica, Domenico Mazzeo e Girolamo Ponzio.
Altri dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati