Micciché: congelo il Partito del Sud ma resto con Lombardo

Il sottosegretario: Berlusconi mi ha chiesto di assumermi la responsabilità della riunificazione del partito in Sicilia ma vanno evitati i ribaltoni

PALERMO. Gianfranco Micciché ha deciso di "rinviare ogni iniziativa politica" sul Partito del Sud e di "assumersi la responsabilità della riunificazione" del Partito delle libertà in Sicilia. La decisione è stata presa dopo l'incontro definito "piacevole e positivo" avuto ieri a Roma con Silvio Berlusconi.
Lo afferma l'esponente del Pdl nel suo blog su Internet osservando che con il premier ha "parlato di diverse cose, affrontato varie questioni".  
"Sulla questione siciliana, mi ha chiesto di assumermi la responsabilità della riunificazione del partito – aggiunge Micciché - e io gli ho dato la mia disponibilità, ma ho anche ribadito il mantenimento del patto elettorale, stretto due anni fa con i siciliani, condizione senza la quale non sono disposto ad immaginare alcun percorso di ricomposizione, che deve, invece, avere come scopo precipuo quello di evitare ogni possibile rischio di ribaltone".  
"Abbiamo parlato anche di Partito del Sud – osserva l'esponente del Pdl - e mi ha visto ancora convinto della bontà ed utilità del progetto. Tuttavia, mi ha chiesto di rinviare ogni iniziativa politica che vada in tal senso ed io ho acconsentito, cosicché possa, in questo momento, concentrarmi sulla situazione siciliana".
"Ci rivedremo nei prossimi giorni - annuncia Micciché . e affronteremo nuovamente il problema, cercando per esso la soluzione migliore".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati