Finanziaria, in dubbio le assunzioni dei precari

Incertezze anche sui finanziamenti agli enti inseriti nella tabella H. Il Commissario dello Stato ha chiesto spiegazioni al presidente della Regione

PALERMO. Dubbi sulla norma che prevede la stabilizzazione di 4.500 contrattisti in servizio negli assessorati e dubbi anche sulla tabella H: il Commissario dello Stato ha chiesto per iscritto al presidente della Regione spiegazioni su alcune delle principali norme approvate nella Finanziaria. La manovra è stata varata il primo maggio all’Ars dopo 30 ore di seduta.
Ieri per tutto il giorno a Palazzo d’Orleans i superburocrati si sono alternati al lavoro per la predisposizione di relazioni che possano far pendere la bilancia a favore della Regione nel giudizio che il prefetto Michele Lepri si appresta a formulare: potrebbe arrivare oggi o lunedì. L’aver chiesto dettagli non significa ovviamente che le norme saranno di sicuro impugnate.
Riguardo alla tabella H (il lungo elenco di oltre 200 enti e associazioni che ricevono contributi a pioggia che costano 57 milioni), il Commissario dello Stato ha chiesto formalmente di conoscere «in base a quali criteri e modalità si sia pervenuti alla individuazione dei beneficiari e alla determinazione dell’ammontare dei contributi». Il Commissario ha collegato i suoi dubbi all’eventualità che non siano state rispettate due sentenze della Corte costituzionale - la 306 del ’95 e la 137 del 2009 - in materia di erogazione di provvidenze.
Il resto dell’articolo si può leggere nell’edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 08-05-2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati