Sanità, Pdl e Udc: Russo ignora confronto sul 118

PALERMO. "L'assessore alla Salute, Massimo Russo fa lo gnorri sull'aumento delle ambulanze del 118 in Sicilia deciso dal suo predecessore Giovanni Pistorio ed assume il medesimo atteggiamento anche sul riordino della rete ospedaliera, tanto da provocare un ricorso dei sindacati al giudice del lavoro contro  provvedimenti che violano palesemente gli obblighi di legge" Lo affermano Nino Dina e Innocenzo Leontini, rispettivamente deputato regionale Udc e capogruppo del Pdl all'Assemblea regionale siciliana.
"Negli atti di riordino, dapprima l'assessore ha dribblato il confronto con i sindacati, - aggiungono - poi ha disatteso anche il parere acquisito dalla conferenza dei Sindaci notificando i decreti ai direttori generali prima della pubblicazione degli stessi. Il risultato è che i manager delle aziende sanitarie stanno costruendo gli atti aziendali sulla base di un becero 'copia-incolla' dei decreti di Russo, bypassando il parere di un organismo qualificato e rappresentativo dei cittadini com'é la conferenza dei Sindaci e rinunciando al confronto sindacale. In pratica Massimo Russo fa gli interessi del partito dell'Mpa che ormai rappresenta".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati