Crollo della palazzina a Napoli, estratto un secondo cadavere

NAPOLI. Un secondo cadavere è stato estratto dai vigili del fuoco dalle macerie della palazzina di via Emanuele Gianturco, nella zona orientale di Napoli, crollata ieri mattina. Si tratta di una donna di 56 anni, immigrata della Polonia. La palazzina, in condizioni fatiscenti, era da tempo puntellata. Ma nonostante ciò, era diventata il rifugio di immigrati africani e dell'est europeo. Ieri mattina, al momento del crollo, c'erano cinque persone, tutte polacche. Due sono state estratte dalle macerie senza aver riportato alcuna conseguenza. Per una è stato necessario il ricovero in ospedale, mentre per la cinquantaseienne non c'é stato nulla da fare. I soccorritori sapevano che, comunque, c'era una quinta persona ed hanno continuato a scavare per tutta la notte. Questa mattina il ritrovamento del cadavere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati