L'avversario di giornata: quante assenze per il Milan!

PALERMO. Un Milan con la rosa ampiamente rimaneggiata scenderà domani sera sul campo “Renzo Barbera”, davanti a 35.000 spettatori circa. I rossoneri, che ormai hanno del tutto abbandonato il sogno scudetto, non hanno più reali obiettivi di classifica, a parte il consolidamento del terzo posto. Quest’anno in trasferta i diavoli hanno ottenuto otto vittorie, cinque pareggi e soltanto quattro sconfitte (contro Udinese, Inter, Parma, Sampdoria), segnando 22 reti e subendone 15. Gli uomini di Leonardo, che probabilmente lascerà la panchina a fine stagione, anche quest’anno chiuderanno con «zeru tituli» come disse qualcuno.  Nella stagione in corso i rossoneri sono stati falcidiati dagli infortuni, il più colpito è stato il settore difensivo. Domani mancheranno ben otto “titolari” per infortunio e tre per squalifica, tra cui Nesta, Pato, Ambrosini,Borriello e all’ultimo momento anche Abate e Flamini. Il Milan scenderà in campo con il consueto 4-2-1-3: tra i pali Dida e Abbiati si contendono una maglia, con il brasiliano favorito; in difesa da destra troviamo Zambrotta, Thiago Silva, uno tra Oddo e il giovane Albertazzi e Antonini; sulla linea mediana Gattuso, Pirlo e Seedorf leggermente più avanzato; in avanti Mancini a destra e Ronaldinho sul versante opposto a fare da spalla all’ariete Huntelaar. Da rilevare che siederanno in panchina i giovani scalpitanti Zigoni, Strasser, Romagnoli e Novinic oltre ai “meno giovani” Jankulovski e Inzaghi.  Nelle ultime cinque gare di campionato disputate alle falde del Monte Pellegrino, i rossoneri hanno ottenuto due pareggi (tutti e due per 0-0), una sola vittoria e due sconfitte nelle ultime due stagioni. Nel 2007/08 la partita più emozionante: rossoneri in vantaggio già al 10’ con Seedorf, ma al 72’ i padroni di casa acciuffano il pari con Diana ed il match sembra incanalato verso il pareggio, ma al 93’ Miccoli, con un bolide su punizione dai trenta metri che piega le mani a Kalac, fa esplodere di gioia i tifosi palermitani.  L’unico ex dell’incontro è proprio il numero 10 rosanero Fabrizio Miccoli, che ha giocato sotto la Madunina per le giovanili tra i 13 e i 15 anni.  Capitolo scommesse. Nettamente favorita la vittoria dei padroni di casa, con quote che vanno da 1.40 a 1.55; il segno X è pagato in media 3.80; la vittoria degli ospiti è pagata addirittura tra 7 e 7.75 la puntata iniziale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati