Paternò, soldi per restituire l'auto rubata: filmati e arrestati

I carabinieri hanno piazzato una telecamera nel luogo della consegna, incastrando in flagranza di reato quattro persone

PATERNÒ. Avevano chiesto 300 euro per restituire l'auto rubata a un loro conoscente, ma i carabinieri della compagnia di Paternò venuti indirettamente a conoscenza dell'episodio hanno piazzato una telecamera nel luogo della consegna dei soldi e arrestati in flagranza di reato quattro estorsori catanesi.    
Sono Carmelo Licandro, di 39 anni, Antonino Piterà, di 26, indicati da militari dell'Arma come vicini a un gruppo criminale locale collegato con il clan dei Cursoti di Catania; Ivan Stella, di 19 anni, e un ventenne incensurato. Il reato ipotizzato nei loro confronti è di estorsione in concorso aggravata dall'avere agito con un metodo di stampo mafioso. I quattro sono stati bloccati da carabinieri subito dopo avere incassato la 'tangente' per la restituzione della vettura rubata al legittimo proprietario.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati