Misilmeri, rissa tra l'ex marito e il convivente: tre arresti

Simone Mazza, 50 anni, voleva parlare con l'ormai ex moglie per questioni riguardanti la separazione, quando il tutto è degenerato. Nella lite coinvolti la donna, Maria Giordano, e il 45enne Nicola Alfano

MISILMERI. Lui, lei e l'ex. Un triangolo molto spesso esplosivo, imprevedibile, con colpi di scena dietro l'altro. Come successo a Misilmeri, la scorsa notte. Una donna, l'attuale convivente e l'ex marito se le sono date di santa ragione per questioni legate alla separazione dei due ex coniugi. Simone Mazza, palermitano 50enne, si era recato a Misilmeri per un colloquio chiarificatore con l'ex moglie, Maria Giordano, 49 anni. Secondo la ricostruzione fornita dai carabinieri l'uomo, nel corso della discussione, dopo avere rotto il citofono dello stabile si e' scagliato contro l'attuale convivente della donna, il 45enne Nicola Alfano, colpendolo violentemente con un casco da motociclista. Da lì è nata una furiosa rissa: l'aggressore e' stato a sua volta malmenato dal rivale e ferito alla schiena dalla donna con un coltello da cucina.  Mazza e' stato trasportato al Policlinico di Palermo (per lui prognosi di 7 giorni) mentre Alfano ha riportato un trauma cranico ed escoriazioni alla testa, giudicati guaribili in 10 giorniI due uomini sono stati trattenuti presso le camere donna e' stata rinchiusa presso la sezione femminile della casa circondariale "Pagliarelli". Processati per direttissima dinanzi al Tribunale di Termini Imerese, Mazza e la sua ex sono stati condannati a quattro mesi di reclusione, mentre Alfano dovra' pagare un'ammenda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati