Fiat, sciopero di 2 ore a Termini: riunione a Roma

Operai fermi dalle 9,30 alle 11,30. Ed un'altra agitazione è prevista dalle 16,30 alle 18,30 in contemporanea con il vertice al ministero dello Sviluppo nella Capitale

TERMINI IMERESE. Sciopero alla Fiat di Termini Imerese. Gli operai si sono fermati alle 9.30 e bloccheranno gli impianti fino alle 11.30, rimanendo davanti ai cancelli. Altre due ore sono in programma dalle 16.30 alle 18.30, in contemporanea alla riunione al ministero dello Sviluppo, a Roma, tra governo, Fiat e sindacati per esaminare le proposte al vaglio di Invitalia, l'advisor incaricato di valutare i potenziali acquirenti della fabbrica siciliana, che il Lingotto ha deciso di chiudere a fine 2011.
Anche i lavoratori delle aziende dell'indotto stanno scioperando per due ore, con sit-in davanti ai cancelli delle rispettive fabbriche. Tra Fiat e indotto lavorano oltre 2.200 persone, impegnate nell'assemblaggio della Lancia Ypsilon.
Secondo Fiom e Uilm la partecipazione allo sciopero è massiccia. "La percentuale si avvicina al 100%", dice il segretario provinciale della Uilm, Vincenzo Comella. "La grande risposta dei lavoratori - prosegue Comella - dimostra la preoccupazione per il futuro dello stabilimento e il tavolo di oggi a Roma dovrà tenerne conto". Il segretario territoriale della Fiom, Roberto Mastrosimone, aggiunge: "Dalla riunione di oggi pomeriggio a Roma ci aspettiamo di conoscere i dettagli delle proposte giunte al ministero, per noi la soluzione non può che essere quella del mantenimento dell'auto".    
Da domani per i lavoratori della Fiat scatteranno altre due settimane di cassa integrazione, il rientro in fabbrica è previsto per il 3 maggio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati