Anziana uccisa a Catania, giovane ritratta ma resta in carcere

Carlo Pappalardo, 19 anni, accusato dell'omicidio di Maria La Spina non ha confermato la confessione resa alla polizia. Ma per gli investigatori conosce troppi particolari

Sicilia, Cronaca

CATANIA. Resta in carcere Carlo Pappalardo, il diciannovenne arrestato dalla squadra mobile di Catania con l'accusa di avere assassinato nella notte tra il 7 e l'8 aprile scorsi, Maria La Spina, la pensionata di 71 anni uccisa a colpi di ferro da stiro in testa nella sua abitazione nel rione Picanello.     
Lo ha deciso il Gip Daniela Monaco Crea che per motivi tecnici non ha convalidato l'arresto dell'indagato ma ha emesso nei suoi confronti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Due giorni fa, in sede di interrogatorio di garanzia, davanti al Giudice per le indagini preliminari, il diciannovenne ha ritrattato la confessione resa alla polizia nelle ore successive all'avvio delle indagini sul delitto. Pappalardo ha cambiato più volte il movente e dato nomi di complici diversi, tutti risultati estranei alla vicenda. Ma, sostengono gli investigatori, il giovane sospettato era a conoscenza di particolari che soltanto chi ha avuto un ruolo nell'omicidio poteva sapere e riferire.     
Le indagini della squadra mobile della Questura sono coordinate dal sostituto procuratore Andrea Sorrentino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati