Vinitaly, i vini siciliani superano la sfida del tempo

VERONA. Un’esperienza inusuale. Un momento interessante. Un’occasione per lanciare un nuovo messaggio alla Sicilia dell’enologia, e non solo. Un viaggio in miniatura attraverso i sapori e, dunque, i territori dell’Isola, per superare la barriera della qualità e dimostrare che il vino siciliano è anche longevità.
E’ stato tutto questo la degustazione “I vini siciliani alla sfida del tempo: annata 2000”, organizzata da Cronache di Gusto in collaborazione con l’Istituto regionale della vite e del vino, che si è svolta nella Sala Argento del Palaexpo in occasione della prima giornata del Vinitaly.
Un wine tasting che ha permesso a giornalisti, esperti e semplici appassionati, di assaporare dodici vini siciliani dieci anni dopo il loro imbottigliamento. “E’ un vero e proprio viaggio in miniatura in Sicilia – ha commentato Dario Cartabellotta, direttore dell’Istituto regionale della vite e del vino –, un itinerario ricco e variegato attraverso i diversi territori della nostra Isola”.
Parole di apprezzamento anche dall’assessore all’Agricoltura e foreste della Regione Siciliana, Titti Bufardeci: “Durata, qualità e fragranza del vino sono un ulteriore motivo di attaccamento alla terra nel tempo” ha detto; mentre Leonardo Agueci, presidente dell’Irvv, ha voluto aggiungere: “una regione diventa grande se fa grandi vini che durano nel tempo”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati