Palermo, tremila gli iscritti a Vivicittà

Presentata la ventitreesima edizione della manifestazione, che scatterà contemporaneamente in 40 città italiane e 20 straniere. Al questore Alessandro Marangoni assegnato il numero uno

PALERMO. Sono circa tremila gli atleti iscritti alla XXVII edizione del Vivicittà Palermo, che scatterà contemporaneamente in 40 città italiane e 20 straniere. A Palermo la corsa podistica internazionale organizzata dalla Uisp scatterà come di consueto da piazza Verdi, davanti al teatro Massimo. A dare il via alla competizione sarà il questore Alessandro Marangoni a cui questa mattina, nel corso della presentazione della manifestazione, è stata consegnata la maglia numero 1. All'incontro con i giornalisti anche il presidente del comitato provinciale della Uisp, Gioacchino Guagliardito, l'assessore provinciale allo Sport, Michele Nasca, il presidente del Coni provinciale, Giovanni Caramazza. Presente anche il pluricampione di canottaggio, Luca Moncada che sarà il testimonial della gara non competitiva.  "Per noi - sottolinea Alessandro Marangoni, questore di Palermo - manifestazioni come queste sono importanti. Grazie allo sport si ricordano i caduti per la legalità. Indifferentemente dal fatto che siano in divisa o, cittadini". A sorpresa potrebbe essere al via anche il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, a Palermo per una manifestazione di beneficenza che si terrà al Politeama.   Dal punto di vista tecnico, il XXVII Vivicittà palermitano é caratterizzato dalla presenza di Yuri Floriani. L'atleta delle Fiamme Gialle, classe '81, si e' già imposto nella scorsa edizione e domenica proverà a fare il bis. La nuotatrice di fondo Lara La Pera (Nadir) è tra le candidate a vincere la corsa femminile. Tra le favorite ci sono anche Martina Intravaia (del Gs Amatori Palermo), campionessa regionale di corsa su Strada della Uisp, e Loredana Marrone, tesserata per la Fiamma Rossa Palermo.   "Ancora una volta tutto il mondo si unisce in una grande manifestazione di sport che coinvolge professionisti e dilettanti di ogni età nel nome di importanti valori - ha detto Nasca - E' significativo che quest'anno all'impegno per l'ambiente, i diritti umani e contro il razzismo, nella nostra città si sia aggiunto il ricordo dei caduti per l'affermazione della legalità, non solo le forze dell'ordine ma anche i tanti magistrati, politici, giornalisti e professionisti che hanno pagato con la vita il loro rigore morale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati