Mafia, approvato il piano di lottizzazione dello Zen di Liga: chiesta verifica

A chiederla al governatore Lombardo il componente della commissione regionale antimafia Salvino Caputo

PALERMO. Il piano di lottizzazione per i 18 alloggi popolari dello Zen, presentato dall'architetto Giuseppe Liga, arrestato in quanto considerato il successore dei Lo Piccolo a Tommaso Natale, sarà sottoposto a verifica per stabilirne la regolarità delle procedure adottate dal commissario inviato dalla Regione siciliana, in sostituzione del Consiglio Comunale di Palermo. A chiederla al presidente della Regione Raffaele Lombardo e all'assessore al Territorio Roberto di Mauro e' stato il deputato regionale del Pdl Salvino Caputo, componente della commissione regionale Antimafia che nei giorni scorsi aveva presentato richiesta di accesso agli atti per conoscere i rapporti professionali esistenti tra i vari uffici regionali e il professionista anche attraverso le societa' a lui intestate. "Ci sono cooperative e professionisti - sostiene Caputo - che da anni aspettano la approvazione di progetti e varianti e lo stesso Prusst di Palermo e' in attesa di esame ed approvazione, mentre colpisce la solerzia di un commissario che in tempi europei approva un piano di lottizzazione in sostituzione del Consiglio comunale. Sono convinto che una verifica sull'approvazione del piano di lottizzazione sia certamente un segnale di chiarezza anche per capire se la nomina del commissario sia stata fatta solo per questo piano o su tutti gli altri ancora non approvati"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati