Rifiuti, sindaco Ragusa sospende pagamenti ad Ato

RAGUSA. Il sindaco di Ragusa Nello Dipasquale ha annunciato di sospendere i pagamenti dovuti all'Ato Ambiente fino a quando non ne sarà convocata l'assemblea dei soci con all'ordine del giorno le dimissioni del consiglio d'amministrazione ed elezione del nuovo organismo o, in alternativa, commissariamento. La dichiarazione giunge in un momento di emergenza critica per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nell'intero territorio provinciale, a causa della chiusura di una delle tre discariche (San Biagio di Scicli) e dell'imminente chiusura o saturazione di quelle di Vittoria (contrada Pozzo Bollente) e Ragusa (Cava dei Modicani). A questo fine il presidente della Provincia Franco Antoci ha presieduto oggi una riunione con i sindaci di Ragusa, Monterosso Almo, Giarratana e Chiaramonte Gulfi in cui ha illustrato le iniziative intraprese, affermando però di non potere riaprire quella di Scicli né di potere impedire o ritardare la chiusura delle altre, se non sulla base di relazioni igienico-sanitarie degli organismi tecnico-scientifici competenti che attestino l'esistenza dei necessari presupposti. I quattro enti si sono schierati di recente per il divieto di conferimento dei rifiuti nella discarica di Ragusa agli altri comuni, ma dopo accese contrapposizioni tra i sindaci e denunce alla magistratura, Dipasquale su invito del prefetto Francesca Cannizzo ha sospeso per motivi di ordine pubblico l'ordinanza che dall'1 aprile sanciva questo divieto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati