Picchia moglie e figlie, marocchino arrestato a Rosolini

In manette è finito un bracciante agricolo di 43 anni. Nella colluttazione anche un carabiniere intervenuto è rimasto ferito

ROSOLINI. Si è ubriacato ed ha picchiato la moglie quarantatreenne e le due figlie di 14 e 19 anni, poi si é allontanato da casa. Rintracciato dai carabinieri ha colpito con calci e pugni la macchina dei militari frantumando due finestrini. Un carabinieri è rimasto ferito. Al pronto soccorso gli è stata diagnosticata una prognosi di dieci giorni.
È accaduto la scorsa notte a Rosolini, ad una quarantina di chilometri da Siracusa. In manette è finito un bracciante agricolo marocchino, Moustafà Nak di 43 anni, da tempo residente a Rosolini.
L'uomo, che è stato rinchiuso in carcere, dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni, violenza, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati