Buco di bilancio a Catania, il processo cambia tribunale

CATANIA. È stato rinviato al giudice monocratico il processo per falso ideologico per il 'buco' in bilancio per centinaia di milioni di euro al Comune di Catania all'ex sindaco e attuale parlamentare del Pdl, Umberto Scapagnini, all'ex responsabile del servizio di Ragioneria, Vincenzo Castorina, e tredici ex assessori di diverse giunte di centrodestra. La decisione è della terza sezione penale del Tribunale che, accogliendo la richiesta del pm Andrea Ursino, ha trasmesso gli atti per competenza al giudice monocratico.
La decisione, tecnica, fa seguito all'archiviazione da parte del Gup del capo di imputazione di falso in bilancio. Il reato contestato agli imputati, falso ideologico, è infatti di competenza del Tribunale in composizione monocratica e non collegiale.
Il procedimento ha preso avvio da osservazioni formulate a suo tempo dai revisori dei conti relativamente al bilancio consuntivo dell'anno 2003, sul quale ha mosso rilievi anche la Corte dei Conti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati