Nipote di Grigoli: "Mi astengo da attività di consigliere"

"In attesa dell'esito delle indagini che mi riguardano - dice - e ritenendomi estraneo a ogni coinvolgimento delittuoso e, ancor più, mafioso, mi asterrò dal partecipare a qualsiasi attivitàamministrativa legata alla mia carica di consigliere comunale di Campobello di Mazara"

CAMPOBELLO DI MAZARA. "In attesa dell'esito delle indagini che mi riguardano e ritenendomi estraneo a ogni coinvolgimento delittuoso e, ancor più, mafioso, mi asterrò dal partecipare a qualsiasi attività amministrativa legata alla mia carica di consigliere comunale di Campobello di Mazara". Lo scrive, in una lettera inviata al prefetto di Trapani, al sindaco e al presidente del Consiglio comunale, il consigliere del Pd Antonino Grigoli, nipote di Giuseppe Grigoli, il "re" dei supermercati Despar legato al latitante Matteo Messina Denaro e in carcere dal 2007. Antonino Grigoli, che si è già autosospeso dal Pd, nei giorni scorsi è stato raggiunto da una informazione di garanzia nell'ambito dell'operazione antimafia "Golem II" per essersi incontrato con Salvatore Messina Denaro, fratello del boss di Castelvetrano, anche lui arrestato lo scorso 15 marzo con altri 17 fiancheggiatori del latitante. Nella lettera il consigliere comunale afferma di sentirsi "consapevole dell'imbarazzo in cui mi troverei e che
involontariamente potrei provocare a colleghi e amministratori comunali se assumessi una decisione diversa rispetto a quella presa oggi". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati