Palermo, parte la seconda parte della raccolta differenziata

Poche le differenze rispetto al primo “step” relativo ai calendari di conferimento. Nello specifico nelle strade il lunedì si conferirà solo organico ( scarti da cucina) e il martedì sera l’indifferenziato e la carta e cartone

PALERMO. Prenderà il via venerdì il “secondo  step” del progetto “Palermo differenzia” . Il Conai per mezzo dei  volontari dell’Università degli Studi di Palermo, ha completato l’opera di informazione e la distribuzione dei Kit familiari e dei bidoni condominiali ai 18 mila cittadini residenti nelle vie. Il sindaco Diego Cammarata ha già emesso apposita Ordinanza Sindacale  n°129 del 22 marzo 2010, che stabilisce le regole e  le sanzioni per chi non rispetterà le modalità di conferimento.  Poche le differenze rispetto al primo “step” relativo ai calendari di conferimento.  Nello specifico nelle strade del secondo  “step” il lunedì si conferirà solo organico ( scarti da cucina) e il martedì sera l’indifferenziato e la carta e cartone.  Nelle zone del 1° step , invece, rimane invariato il lunedì ( organico + carta e cartone) e il martedì solo indifferenziato. Poi per tutte le utenze domestiche  di entrambi gli “step” il mercoledì la plastica, il giovedì l’organico, il venerdì l’indifferenziato ( con il quale inizierà il 2° step), il sabato l’organico ancora mentre per la domenica  si ricorda che non si effettuano conferimenti. Il secondo “step” inizia sotto i migliori auspici in relazione al successo ottenuto nella zona dove è partito il servizio e nelle quali si sono, sin da subito, raggiunti livelli di raccolta differenziata tra il 60 e il 70%. Infatti, nel territorio del primo step prima dell’inizio della raccolta differenziata si producevano  circa il 108 t di rifiuti a settimana di cui solo il 4% raccolto in modo differenziato con il sistema a campana e cassonetti. Nelle sei settimane iniziali si sono raccolti con il sistema porta a porta circa 432 tonnellate di rifiuti differenziati e solo 114 tonnellate di indifferenziato residuale. La  percentuale di raccolta differenziata ottenuta è di circa 66-67 %. Contemporaneamente all’inizio del secondo step si procederà a sensibilizzare ed informare i residenti del terzo step che coinvolgerà altri 15.000 cittadini. «La raccolta differenziata. è il  servizio fondamentale  di Amia - spiega il commissario liquidatore – Ing. Gaetano Lo Cicero - perché il possibile rilancio economico dell’Azienda deve essere accompagnato necessariamente  anche  da  un  miglioramento della qualità ed efficienza dei servizi. La raccolta differenziata è, ormai, un percorso obbligato non solo in quanto porta ad una riduzione dei costi di conferimento in discarica , ma anche per una corretta gestione ecosostenibile dei rifiuti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati