Via Roma chiusa al traffico, tanti palermitani riscoprono la passeggiata

In migliaia hanno approfittato dello stop alle auto. Negozianti soddisfatti a metà. E la prossima settimana il bis

PALERMO. Via Roma chiusa al traffico e tanti palermitani si riversano per strada. Sabato alle 15 è partita l’iniziativa “la via Roma fa Primavera”, promossa dall’associazione via Roma centro Storico e patrocinata dagli assessorati al Traffico, al Turismo, alla Cultura, al Centro Storico, alle Attività Produttive e al Verde e Arredo Urbano della Città di Palermo, e da Confindustria di Palermo.
Migliaia di cittadini si sono riversati sull’arteria trasformatasi in salotto, molti papà e mamme con carrozzine, bikers, pattinatori, ma anche anziani e tantissimi adolescenti. Presente l’assessore al Centro storico Maurizio Carta: “Da cittadino posso dire che sono rimasto sedotto dalla bellezza di via Roma senza il traffico. Basta vederla per essere soddisfatti dell’iniziativa. Dal successo che stiamo riscontrando, e dalle altre iniziative di chiusura al traffico che hanno interessato le altre arterie, come via Maqueda, a partire da novembre, abbiamo capito che questo progetto piace e si può continuare a fare”.
Per l’assessore si è aperto un nuovo capitolo nel rapporto tra amministrazione e commercianti che finalmente vede infrangersi il muro che più volte li ha divisi, e annuncia un nuovo piano di iniziative. “Disponiamo di un piano di 500.000 euro da investire per interventi di riqualificazione degli spazi pubblici del centro storico: illuminazione, verde e arredo urbano, manutenzione”. Per l’organizzatore dell’evento Vincenzo Montanelli l’iniziativa, che ancora è un progetto pilota, potrebbe essere un buon punto di partenza per allargarla anche alle altre vie principali: “Su questa strada possiamo lavorare. Il nostro obiettivo è portare l’iniziativa a ripetersi almeno un week end al mese. Via Roma è diventato un centro commerciale naturale all’aria aperta”.
Chi vorrebbe portare l’iniziativa a ripetersi invece almeno quattro volte al mese è il commerciante Giovanni Mangano, del direttivo organizzativo dell’associazione via Roma centro storico e presente in via Roma con tre negozi: Gaia, Fornarina e Rinascimento: “Siamo aperti da un’ora e abbiamo notato un buon riscontro da parte dei cittadini. Sono più sereni, passeggiano senza lo stress del traffico. Li vedo sereni in volto, si soffermano e comprano più volentieri. Vogliamo che l’iniziativa diventi a lungo termine, almeno 4 volte al mese”. Dello stesso avviso  i titolari di Sirchia Fashion. “L’iniziativa va bene, la gente gira. Vediamo gente nuova. Sono i cittadini che sono scesi in centro spinti dalla curiosità. Normalmente al sabato viene gente dalla provincia”. Ma non tutti i negozi sono stati presi d’assalto e dunque non tutti i commercianti hanno sorriso.
E poi c’è chi in via Roma ci vive, come Riccardo Caramanna che abita al civico 188. “Vorremmo che ce ne fossero di più iniziative di questo genere. Il centro storico dovrebbe essere chiuso al traffico per sempre. Vivo in via Roma da undici anni, e non viviamo bene. Non solo l’aria è irrespirabile, ma l’inquinamento acustico è altissimo. Per parlare quando camminiamo dobbiamo urlare”, dice guardando la figlia di 11 anni con cui passeggia. “Il sogno sarebbe quello di rendere via Roma come i boulevard delle grandi capitali, come Parigi e anche come Tunisi. Con un allargamento dei marciapiedi e il restringimento delle carreggiate”. A passeggiare con il figlio di un anno è anche Andrea Masi, giovane papà italo inglese. “L’iniziativa mi piace, ma i cittadini dovrebbero abituarsi a non prendere la macchina e poi hanno l’abitudine di entrare nei negozi con le macchine”, dice ironizzando e vede nella mobilità alternativa la soluzione. “Se il sistema tranviario ed altre iniziative funzionassero, la gente lascerebbe volentieri la macchina. Ma dovrebbe essere anche organizzato in modo efficiente, come lo è a Londra, dove le zone chiuse al traffico sono a chiazze”.
Entusiasta dell’iniziativa è Domenica Ardizzone, bisnonna venuta a passeggiare con i suoi pronipoti. “Non avevo mai visto via Roma così bella, sono commossa”. Non solo bella via Roma è anche più verde, grazie alla direzione artistica di Sergio Pausig con il progetto Les Jardins de Palerme, voluto per restituire bellezza ed eleganza con l’apporto della Scienza e dell’Arte. Infatti la strada ha ospitato alle 10 insulae dove sarà inserita l’eccellenza delle varietà botaniche ospitate all’Orto Botanico provenienti da tutto il mondo, e sarà costellata creazioni degli studenti del Corso di progettazione della Moda, dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo.
E per il prossimo fine settimana è prevista una replica, con i negozi aperti, sabato, fino a mezzanotte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati