Bisacquino, tradizione e cucina nell'istituto alberghiero

Gli studenti del “Don Calogero Di Vincenti” in occasione della festa di San Giuseppe, hanno allestito un altare di pane e dolci per commemorare una tradizione fortemente sentita dalla comunità

BISACQUINO. Gli studenti dell’istituto alberghiero “Don Calogero Di Vincenti” di Bisacquino, coadiuvati magistralmente dai docenti e dal personale Ata, in occasione della festa di San Giuseppe, hanno allestito un altare di pane e dolci per commemorare una tradizione fortemente sentita dalla comunità.  “La festa di San Giuseppe, per i bisacquinesi, non è solamente un'occasione di devozione al santo –spiega il dirigente scolastico Biagio Bonanno –La festività è una preziosa opportunità per pensare a tutti coloro che vivono in situazioni di emarginazione e di disagio, mostrando loro, concretamente, la nostra solidarietà.” Nella giornata di venerdì il decano Don Lino Di Vincenti ha benedetto l’elegante altare allestito nella sala pranzo dell’istituto alberghiero.  Alla cerimonia erano presenti oltre che gli alunni e il personale docente e non docente, anche il sindaco Filippo Contorno e il comandante dei carabinieri di Bisacquino.  “Allestire l’altare di San Giuseppe in una scuola superiore è sicuramente un importante momento di aggregazione e collaborazione –dice il decano don Lino Di Vincenti –La scuola, in queste occasioni, diviene un luogo di solidarietà  verso tutte le famiglie più bisognose del territorio.” Gli alunni oltre ad aver allestito l’altare all’interno dell’istituto hanno, infatti, cucinato il pranzo per la Caritas di Corleone e hanno raccolto fondi, consistenti in libere offerte in denaro o in beni primari, donati da coloro che hanno visitato l’altare durante l’intera giornata di venerdì e sabato.  Uno scintillio di colori e sapori, adagiati accuratamente su vassoi sopra le grandi tavolate della  sala da pranzo dell’istituto alberghiero, realizzati dai giovani alunni, che hanno abilmente messo in pratica gli insegnamenti gastronomici dei loro professori, creando deliziose specialità, tipiche delle tradizioni siciliane, come le note “sfinge di San Giuseppe”,  “cannoli siciliani”  “pignolata”,  frittate di verdura e cardi, oltre che svariate delizie di cioccolato e ricotta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati